Gen
24
2012

Amico mare…di Fiorenzo Pesaresi

Immenso il ruggito,

urlo che non ammette replica,

vana è l’attesa della quiete,

la sfida impossibile si trasforma in gioco irresistibile,

mai seguita l’illusione della vittoria,

cerco il contatto e mi affido,

grandi le sue braccia che ora mi avvolgono,

milioni di bollicine accarezzano la mia pelle…

delicati boccioli appena sbocciati,

m’immergo e riemergo trafiggendo sterminate ondate spumeggianti,

l’amico mare…lui sa ascoltare,

le suppliche del mio cuore esaudire,

ovunque volano liberi i miei occhi,

ovunque incontro te,

il tuo sguardo mi fa bruciare,

il tuo corpo…e mi lascio rapire,

l’amico mare sa cosa fare, complice del mio desiderare,

potente il suo respiro ti fa tremare,

non temere, tra le mie braccia ti potrai rifugiare,

non te ne andare, lasciati sfiorare,

vedrai…sarà ancora amore…

 

Scritto da Amici della Foce in: Poesie |

Responsabile, Presidente Marco Giardini - Redazione: Abbati & Venafro
Amici della Foce del Fiume Cesano - Tutti i diritti sono riservati, è vietata la riproduzione dei contenuti o delle immagini senza la specifica autorizzazione della redazione.