Mar
08
2012

Il tuo ritratto…di Lena Maltempi

Uscivi appena l’alba
camminavi tra i petali di luce che il giorno
nuovo ti regalava.
Per far durare più a lungo
le tue giornate che fuggivano di
corsa fra le tue dita.

Tornavi di sera con passi
lenti allineati a specchi
di cielo riversi dentro i fossi.
Il rosso del tramonto sulle
tue guance sfilacci di nuvole
fra i capelli l’alito del vento
nelle tasche.

Mi portavi frutta matura
con mani sporche dal sapore
di terra. Ed io nella casa che fu
tua graffio ancora quel tempo.
Incastrato alle pareti per ritrovare
i giorni e le parole della fierezza
sull’onestà contadina.

Guardavi quella medaglia appesa
ad un chiodo unico ricordo combattuto da tuo
padre per una guerra al massacro, questo raccontavi
a me bambina mentre m’indicavi le lucciole
in mezzo al grano a portata di mano.
Ora sono tue ti fanno compagnia in silenzi sospesi.
Là in mezzo a grappoli di stelle.

Scritto da Amici della Foce in: Poesia nel Silenzio,Poesie |

Responsabile, Presidente Marco Giardini - Redazione: Abbati & Venafro
Amici della Foce del Fiume Cesano - Tutti i diritti sono riservati, è vietata la riproduzione dei contenuti o delle immagini senza la specifica autorizzazione della redazione.