Dic
07
2012

PROFUMO DI FIORI A DICEMBRE… di Maria Grazia Boccolini

Sono appoggiata a questo muro

con le ossa infreddolite

ad assaporare una-seppur sempre ultima-

sigaretta, ma non mai prima.

In questo giorno grigio e freddo dicembrino.

Eppure fiuto odore buono di fiori secchi.

Odore che mi entra nella testa,

mi muove ricordi evaporati.

Odori e colori di petunia e mammola,

ranuncoli di campo e fiordaliso.

Sotto lo strato gelo dell’inverno.

Essi mi ricordano il caldo dell’inferno,

dal quale sono risalita un di lontano

e anche un po’ vicino, non saprei or ora.

Sempre spronata ad essere spinta giù,

in tale luogo, perché chiamata

a scontare le pene dell’inferno

per colpe che non mi appartengono.

E la vita, soffio di vento, mi regala.

Cosicché mi faccio trasportare

Come foglia secca , in vita,

da questo fumo nebuloso e denso,

il quale mi riscalda, come fiamma

del camino, sempre atteso e acceso,

ora a me vicino.

Scritto da Amici della Foce in: Poesia nel Silenzio,Poesie |

Responsabile, Presidente Marco Giardini - Redazione: Abbati & Venafro
Amici della Foce del Fiume Cesano - Tutti i diritti sono riservati, è vietata la riproduzione dei contenuti o delle immagini senza la specifica autorizzazione della redazione.